indirizzo: Via Fondo Vallone, Pacentro

  #fontana#Pacentro#turismo

Descrizione


E' la più antica e importante fontana del paese, la cui acqua proviene da una sorgente che sgorga circa 400 metri più sopra. Prende il nome dal Vallone poco distante. Per portare l'acqua dalla sorgente alla fontana fu eretto un muro negli strapiombi del Vallone, in alcune parti largo solo mezzo metro, per consentire il passaggio della condotta dell'acqua e, nei pressi della sorgente, una briglia con pietre ciclopiche. L'acqua nella fonte non mancava mai. Quando mancava l'acqua nel resto del paese, questa era la fonte cui la popolazione veniva ad approvvigionarsi, <<e mentre le conghe se riempiene dalle cannelle se racconteune tante storielle (scrisse il poeta Aldo Giovannucci nel 1991)>>.

La fontana di oggi è il risultato di tre interventi. Il primo può essere fatto risalire tra la fine del Trecento e l'inizio del Quattrocento quando si realizzò il primo "vaschione" costituito da cinque lastroni in pietra e utilizzato prevalentemente per abbeverare gli animali e altre faccende domestiche come il lavaggio delle budella in occasione dell'uccisione dei maiali. Il secondo intervento è datato 1931, quando si aggiunse alla fontana il triangolo superiore ancora presente. L'ultimo intervento è del 1934 e vide la realizzazione della lunga vasca finale utilizzata per il lavaggio dei panni che erano, poi, stesi ad asciugare sulle fratte esistenti ai margini della piazzola.

La perdita d'importanza della fonte, e il suo conseguente abbandono, iniziarono dopo la II Guerra Mondiale, a causa dell'abbandono delle Contrade vicine: la Guardiola, l'Ospedale e quella che porta il suo nome, la Contrada della Fonte Vallone.